IPERIDROSI: LA SOLUZIONE C’E’!

facesweatL’iperidrosi, l’eccessiva sudorazione, è una condizione medica (non una malattia) che affligge più di 170 milioni di persone! Sudare tanto, troppo, a prescindere dal trovarsi o meno in uno stato di agitazione, di sforzo fisico, col caldo,col freddo, sudare anche senza fare nulla; tutto questo provoca disagio nella persona affetta, minandone la sicurezza e la voglia id socializzare.

ghiandole sudoripareBadate bene: sudare è fisiologico! Il nostro organismo per funzionare al meglio deve avere una temperatura che si aggiri attorno ai 36-37°C. Febbre e fattori esterni (caldo eccessivo, afa) rischiano d’influenzare questa corretta armonia ma, fortunatamete, abbiamo una arma di difesa: la sudorazione! Milioni di ghiandole sudoripare entra in azione, provando evaporazione di acqua e sali minerali, grazie alla quale riusciamo a raffreddare l’organismo, riportando l’equilibrio. Queste ghiandole sono presenti in tutto il corpo, ma abbiamo una maggiore concentrazione in zone come:ascelle, piante del piede, palmo della mano, fronte…

Se, però, si soffre di iperidrosi questo processo di evaporazione avviene di continuo, indipendentemente dalla necessità fisiologica, provocando anche accumuli veri e propri di sudore che , in zone come ascelle, piedi e inguine, possono provocare il proliferare di batteri (causa del cattivo odore).

uomosudoreL’iperidrosi si differenzia in primaria (dovuta ad una disfunzione del sistema nervoso simpatico, adibito alla regolazione dell’attività delle ghiandole sudoripare) e secondaria (sintomo di qualcosa che non va nell’organismo, causata da altre malattie). L’iperidrosi primaria non è pericolosa per l’organismo, ma è dannosa a livello psicologico e sociale! Una sudorazione eccessiva condiziona la vita: si ha paura di emanare cattivo odore, si è a disagio per gli aloni su magliette e camice, si evita di dare la mano bagnata. Gli spogliatoi della palestra diventano luoghi di disagio: togliersi le scarpe crea letteralmente panico!

Limitare l’iperidrosi si può: bastano i prodotti giusti e qualche accorgimento nella vita quotidiana!

Regolare l’alimentazione può aiutare: no ad alcolici, caffeina, spezie, ingredienti acidi (limone, aceto) perchè possono causare un attacco di sudore.

docciaLavatevi spesso, anche più volte al giorno, con saponi e detergenti delicati, non aggressivi, soprattutto ascelle, mani e piedi! Ideale per la detersione è BodyWash della linea SENSITIVE DERM, senza coloranti né conservanti, senza Parabeni, senza oli minerali né paraffina e silicone, senza componenti di origine animale, senza sostanze ad alto potenziale allergico, senza profumo!!

Fondamentale è anche asciugarsi bene perchè l’umido favorisce la proliferazione batterica (è questa a causare il cattivo odore!) e la formazioni di micosi.

Antitraspiranti: Un semplice deodorante non è utile per chi soffre di iperidrosi ma, anzi, può anche essere dannoso provocando irritazione sulla pelle già sensibile. La soluzione perfetta è la linea ODABAN®: polvere piedi, crema mani e body spray.

odaban (2)

Come e perchè funziona? L’azione antitraspirante si basa su un blocco solo parziale dei dotti sudoripari, che vengono “tamponati” da un complesso di proteine naturali della pelle e di alluminio provocando il reindirizzamento della traspirazione ai capillari. Questo complesso è insolubile dunque non vi è alcun assorbimento da parte del nostro organismo. Dopo poche applicazioni la sudorazione si normalizza: fino al 90% in meno di sudore in sole 3 applicazioni (efficacia dermatologicamente testata!)

www.ifyouagency.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...